Impariamo a guardare a ricercare,
a mettere in dubbio i luoghi comuni,
le abitudini radicate.
A chiederci cosa c'è dietro
a scegliere con consapevolezza.
Impariamo ad agire

Eccoci finalmente al meritato momento della pubblicità!

Che non se ne può più di almanaccare scartabellando pensieri astrusi alla radice dei consumiii!!!!!!!

E poi chi le capisce stè robe quà! e poi saranno vere ? MA Vààà!!!
La Pubblicità, Barbablù, il nanetto in doppiopetto blùùùùùùùù------- MA BASTA DAI!!!
....
La pubblicità era quella cosa meravigliosa e carina, che ti vedevi insieme al carosello.

Elle_na classe 1972 ricorda ancora con struggimento quando piccina picciò la sera poteva stare sul divano, nella buca. La buca era la gioia di tutti noi fratelli, la Prima Postazione di Privilegio :
papà si metteva sul divano a guardare la tivvù, sdraiato di fianco, noi bambini più piccoli ci inifilavamo dentro la buca formata dalle sue gambe piegate ( davanti) e la spalliera del divano ( dietro ).
Una fortezza inespugnabile! I bambini più piccoli ci stavano di diritto, fino a che crescevano e non ci stavano più ( fisicamente parlando )
poi toccava di lasciare il posto a quelli che lo erano ancora, piccoli
La mamma in fondo al divano a sferruzzare, gli altri fratelli invidiosi per aver perso il posto nella buca ...
Dalla postazione privilegiata si guardava la TV fino al carosello. Finito il carosello tutti a nanna!
Insieme al carosello si ciucciavano nell' inconscio le prime pubblicità progresso, che non giurerei sull' epoca ma la prima che mi ricordo è questa :
La Terribile Signora Luisa!
" Gled magic water : La Signora Luisa arriva presto, finisce presto, e non pulisce mai il water!"
La segaligna signora che ricordo con la faccia arcigna e il cappottino marrone, la borsetta stretta al petto e uno sguardo malevolo e assai sprezzante.

Questa quà è l'archetipo della donna sprezzante che manco ci pensa ad abbassare la schiena a pulire il water con olio di gomito. Le donne da lì in avanti si sono attrezzate di gledd, e il water si pulisce da solo, per carità! Bèh... la gledd ha visto giusto, che si aspettava solo quello, con o senza la terribile signora luisa ...

E la nonnina terrificante della candeggina????!!!!!
Ti insegnava ad usare la candeggina per fare ogni cosa, e ti instillava il complesso di essere una donnaccia trascurata se non scarnificavi la famiglia nella candeggina.

Che poi mica era vero che scarnificava, ma vàààààààà!!! ma dai lo dice la nonnina che è ACE GENTILEEEEE......
... e le donne, con gentilezza, impararono a scarnificare la famiglia i vestiti e i pavimenti.
Ohh??? è persino morta la vecchietta originale.
L'hanno sostituita con un' altra di pari statura e autorità ancestrale nel campo,
hanno così traghettato la candeggina in diversi colori formati e odori fino ad oggi, con schiere di fedeli.  

Altro che religioni ....

Ecco, dico.
Una femmina in erba andava a letto con le istruzioni per l' uso della candeggina, pronte a depositarsi nell' inconscio... E lì rimanevano a sedimentre, fino al momento in cui ella si sarebbe trasformata nella perfetta donna di casa .

 Non abbiamo da stupirci se siamo venuti su rimbambiti, è tutta colpa della televisioneeee!!!!

 Sono rimasta allibita pure io .... cosa ci siamo bevuti in questi anni è una cosa da non credere ...

Puoi non apprezzare
Offerte generose
Fatte disinteressatamente?

Perderesti senza ritegno
Occasioni irripetibili e
Favolosi sostenitori?

Passione muove
Organizzati spontaneamente
Furori di risa.

Passa in rassegna
Ordunque i tuoi
Fedeli cavalieri,

Pace tranquilla
Otterresti così
Facilmente!

Portiamo in dote
Ottimismo luminoso,
Fascino della risata!

Paladini saremo
Olimpico signore,
Fo di Alcatraz.

Pacifici soldati
Orgogliosi sempre di
Fantasticare in libertà.

Prezioso dono
Originariamente
Facesti a noi.

Potremmo forse
Ora nel bisogno
Fuggire l'impegno?

Palme nell'oasi
Offrono al viandante
Frescura agognata

Pagliacci ribelli, noi
Omaggeremo a tutti
Festosa accoglienza.

Pittore mirabile,
Officia interminabili
Fastose celebrazioni,

Proponici
Orgiastiche
Festività rituali.

Propizie siano
Offerte benevole
Fatte col cuore

Perchè mai
Omiciattolo vinca
Fate e folletti!
Nuove strade

cerco
.
Mi spoglio


Provo

e riprovo
.
A volte mi fermo

e attendo
.

Su lembi di terra sconosciuti

stò ferma ad aspettare
.

Sensi attenti

dilatati

silenti

quieti

arresi
.

Pronti

a rimettersi in viaggio
.

Stamani ho visto passare un acquilone

.

E' ora di tornare a volare

.

Dentro

fuori

e tutto intorno
Donne selvagge
danzate in una nuvola di gioia
abbracciate da morbidi colori
dall'alba fino al tramonto
volate nei miei pensieri
la vostra dolcezza senza tempo
asciuga le mie lacrime
con un velo leggero di ebbrezza.


...circuiti ininterrotti
plasma riplasmabile

moltitudine unica
surreale realtà

morte apparente
festa ridente…


Terra vuota
con dei ciuffi d'erba

L'illusione del tempo
e lì troviamo un bocciolo

Un tenero fiore
che attraversa
una dura terra

Senza graffi
senza ferite

L'illusione del tempo
e troviamo un fiore

Appena sbocciato
con gocce di riugiada
che ne accentuano
la luce

Cosa è successo?
Sembrava non finire mai
un travaglio interminabile

e poi
eccolo lì.
Lava
lavanda
vulcano
profumo
terra
bagnata
fuoco.
consigli bioallericonsigli bioallegri

" ... è così difficile vivere in un mondo che separa le cose,
è difficile immaginare l'albero e la terra come qualcosa di separato da me
E' difficile vivere in un mondo e in un modello pensiero che separa il chimico dal bio
e predilige uno a sfavore dell' altro e su questo fonda modelli, istituzioni categorie di pensiero e di cose.
E' difficile identificarsi con uno o con l'altro, perchè in fondo la vita non è separata, mai.
Non v'è una sola risposta a una domanda, ma mille risposte e di più ancora.
E non v'è la via perfetta, non v'è la vita perfetta, non v'è un modello esatto ed esaustivo in cui identificarsi
Vi può essere il coraggio di Scegliere, continuamente, ciò che pare la scelta giusta al momento giusto.
Ecco quindi che Tutto è Uno, e il contesto, il contenitore, il modello, il prodotto, l'etica, la fonte, l'arrivo, a volte uno a volte l'altro, scegliamo.
Semplicemente è importante capire che non v'è nulla di perfetto, per tutto, e per tutti.
Non esiste nulla di IMPECCABILE.
LA VITA STESSA NON E' IMPECCABILE.
Viviamo nel peccato, nell'accezione più alta del termine stesso.
E' così.
Perchè ? Per quale motivo sforzarsi sempre di essere impeccabili?
Nei modi di agire e di fare, persino nei modi di consumare. E' impossibile tutto ciò.
E' la negazione stessa del fatto che dal momento in cui viviamo produciamo scorie e residui, di ogni tipo.
E' la vita stessa che è così.
E' peccabile, peccaminosa, imperfetta, scosciata, disperata, meravigliosamente peccabilmente viva.
Non possiamo essere perfetti
Non possiamo essere neutri
Non possiamo vivere in un mondo inquinato e saturo illudendoci di allontanarci completamente da tutto ciò.
Non possiamo pensare di non sporcarci le mani...
Non è una prigione di pensiero arrivare a considerarsi più puliti e puri, impeccabili di altri?
Non è l'ennesimo tentativo di separarci, considerarci migliori, considerarci più PURI?
Noi e gli altri.... la razza pura e la razza impura?
Il mondo che siamo chiamati ad integrare è l mondo dell' integrazione consapevole delle cose e delle persone.
Che nulla venga scartato e nulla venga messo MAI sul piedestallo della ragione, della unica via e unica verità.
Perchè non v'è, infine, una strada pura che distingua il vero dall' invero,
ma v'è una strada che è un miscellanea di colori e odori, cose fatti e persone, storie e umanità.
Non vi sia scelta RIGIDA mai, di persone, di avvenimenti, di discipline,
di prodotti, di scuole di pensiero e d'azione.
Quello che ci è chiesto è di compartecipare alla gioia e al dolore della vita,
alla purezza e alla bellezza, come all'acqua torbida e alla devastazione della ciclicità degli elementi, della natura, dell' uomo stesso.
Ci è chiesto di Vivere, in un mondo, in un modo, che ci offre tutto e il contrario di tutto.

LO YIN E LO YANG
non possono essere separati
non v'è uno migliore dell'altro
L' uno non esiste senza l'altro.
Viviamo in un mondo che E' anche INQUINAMENTO.
Questa è l' unica e vera Realtà.
Dobbiamo accettare di essere e di far parte di un mondo che E' ANCHE IMPURO.
Questa è la vera completezza.
Non possiamo, e credo che non dobbiamo,
cercare una via che ci allontani, assolutamente e totalmente, dalla realtà della vita.
La realtà della vita è anche chimica, non bio_logica, nel bene e nel male.
O meglio, forse la parola BIO_LOGICO include e sottende più di quanto mai abbiamo visto fin' ora :
include la vita nella sua totalità, nella sua logica, non è logico eliminare la parte che meno ci piace, che consideriamo sconveniente e non pura.
Non è sforzandoci con tutte le forze di muoverci nella vita in una bio_tunica_eco_Splendente
che comparteciperemo della meraviglia della vita in questo momento così delicato
e multisfaccettato della storia dell' umanità.
Passeremmo la vita a preoccuparci SOLO della eco_perfezione della nostra misera veste.
Lo Splendore che possiamo ritrovare è lo splendore compartecipe e commosso, delicato e forte, coraggioso e arreso, consapevole sempre di Vivere, e di Scegliere, giorno a giorno, momento per momento quale strada prendere quale prodotto usare, quale casa produttrice finanziare.
Ci viene chiesto di sapere essere Fluidi nello scegliere tra mille possibilità ed esigenze di cui nessuna è sempiternamente perfetta ma è la scelta migliore per quel momento e quella persona, in quella condizione, già poco più in là sarà tutto diverso ....
A volte ci viene chiesto di essere consapevoli che stiamo creando un danno,
e non possiamo fare diversamente, non abbiamo modo di scegliere diversamente,
o non vogliamo scegliere diversamente, o non possiamo, consapevolmente NON.
Non esiste un prodotto, una casa di produzione, che sia perfetto. Se lo è per l' INCI
potrebbe non esserlo per le nostre esigenze, per la nostra pelle
oppure potrebbe essere adeguato per noi ma non totalmente per la terra e i pesci
oppure potrebbe essere perfetto per tutti ma la casa produttrice non corrispondere ad adeguati canoni etici
oppure potrebbe essere perfetto sotto tutti i punti di vista ma non possiamo permettercelo

OPPURE

OPPURE

OPPURE

Oppure ci rilassiamo accettiamo il fatto che viviamo e consumiamo, inquiniamo
e scegliamo una via consapevole rinnovata ogni giorno per provare, sbagliare, riprovare,
trovare e perdere, perdere e trovare
ESSERE GRATI SEMPRE di ogni cosa che usiamo e respiriamo
che è SEMPRE SEMPRE FRUTTO DELLA TERRA
Siamo esseri che consumano e inquinano, anche solo stando fermi a respirare.
Nel momento stesso in cui veniamo al mondo diventiamo dei consumatori ed esauritori della terra.
Nella peggiore ipotesi ci allarghiamo al punto da diventare predatori della terra.
E' questo che và contenuto e legiferato. Evitare l'abuso è possibile.
Ma non dobbiamo cadere nell' illusione di potere vivere senza usare, senza consumare,
senza inquinare, senza compartecipare all'esaurimento della terrra.
In fin dei conti, Barbablù, stà a ricordarci proprio questo:
il predatore naturale della psiche e della terra fà parte di noi
SIAMO NOI
Possiamo e dobbiamo contenerlo e ridimensionarlo
ma non possiamo fare finta che non esista,
fà parte di noi e della vita stessa ... "
....
Se sono scesa nelle viscere della Terra
e ne sono uscita portando in me un tesoro
questo è il tesoro che oggi,
viene alla Luce ...